Supermoto delle Nazioni: la domenica in diretta da Pleven

Oggi si fa sul serio. E’ vietato sbagliare. La Nazionale Italiana di Supermoto vuole riprendersi dai cugini francesi il titolo di Campioni del Mondo perso lo scorso anno a Franciacorta per un solo punto.


 


Ieri abbiamo dimostrato di essere i più forti, oggi dobbiamo ribadire che qui in Bulgaria sull’asfalto di Pleven solo l’Italia può dettare legge. (Ricordiamo che il fuso orario della Bulgaria è +1 rispetto all’Italia).


 


 


Ore 16.52


La Classifica Finale del Supermoto delle Nazioni 2008 ufficializza il titolo alla Maglia Azzurra

1 – Italia pt.13


2 –  Francia pt. 20


3 – Bulgaria pt. 29


4 – GBR pt. 31


5 – Rep. Ceca pt. 46


 


Ore 16.41


La Nazionale Maglia Azzurra di Supermoto è Campione del Mondo! Gara finita a Pleven e titolo iridato ancora dell’Italia che si dimostra regina della derapata. Ottime prestazioni di tutti e tre gli azzurri che da grande squadra hanno condotto per l’intero weekend dimostrando una superiorità assoluta. La spedizione azzurra, con staff FMI, Meccanici, Team, Piloti ed il CT Bartolini hanno mantenuto la promessa: riportare a casa il titolo perso lo scorso anno. Una dedica speciale: ad Alberto Morresi.


 


Ore 16.37


I piloti della Maglia Azzurra sono in pieno controllo delle posizioni ed amministrano la gara. Ancora terzi e quarti all’undicesimo giro (Bidart e Winstanley ai primi due posti) e titolo sempre più vicino.


 


Ore 16.31


Al sesto giro i due azzurri sono in terza (Lazzarini) e quarta (Pignotti) posizione. Il distacco dai primi due sembra incolmabile (6 sec.) ma queste posizioni bastano per conquistare il titolo.


 


Ore 16.25


Problema per Lazzarini che cade ed ora è sesto ma sembra aver recuperato ritmo. Pignotti invece risale ancora: è quarto dietro Bidart, Winstanley e Bocek. Dai Box il CT Bartolini invita a non forzare.


 


Ore 16.20


Scatta puntuale la terza ed ultima prova. Lazzarini chiude al comando il primo giro. Furente scatto di Pignotti che dalla quindicesima piazza recupera ed è già settimo.


 


Ore 15.30


L’attesa è elettrica. L’ultima e decisiva manche partirà alle 16.20 ore locali e sarà trasmessa in diretta su Sportitalia ed Eurosport. Confermato dal CT Bartolini il cambio di schieramento ipotizzato. Onore a Attilio Pignotti, uomo di esperienza e professionalità che lascia i riflettori al compagno di squadra Lazzarini. Per Attilio sarà una gara in salita partendo dalle retrovie, che correrà, siamo certi, come sempre col cuore e la testa. E’ la conferma che siamo una squadra vera, i nostri uomini sono uniti e l’unica cosa che conta è riportare la Maglia Azzurra sul tetto del mondo. 


 


Ore 14.35


Finita la seconda manche (S2+Open). Italia grandiosa, trascinata da un eccezionale Gozzini, primo nonostante sia partito quindicesimo, e un tenace Pignotti, quarto sebbene un assetto non perfetto. Gozzini, con un ritmo impressionate, suo il best lap 1’23’’.260, nel finale giustamente non corre rischi e amministra il vantaggio. Secondo l’inglese Hodgson a meno di 4’’, terzo il francese Goguet a quasi 8’’. In base a questi risultati la classifica provvisoria vede l’Italia al comando con 13 punti, seguono la Francia a 19 e la Bulgaria a 24. Basterebbe, pertanto, piazzare nell’ultima manche o Lazzarini o Pignotti al secondo posto per essere matematicamente campioni. Probabile, a questo punto, l’inversione dei due piloti rispetto allo schieramento ipotizzato alla vigilia: Lazzarini davanti e Pignotti dietro.


 


Ore 14.28


Incredibile Gozzini! Dopo otto giro è primo con quasi 10” sul secondo Bocek! Pignotti, in difficoltà con l’assetto della moto, forse per via delle gomme, è quinto, superato dall’inglese Hodgson, quarto. Terzo Tonchev.


 


Ore 14.23


Cambia tutto al quinto giro. Gozzini è primo e Pignotti quinto. In mezzo a loro il ceco Bocek, il bulgaro Tonchev e il francese Blot. L’Italia è saldamente al comando della classifica generale.


 


Ore 14.18


Pignotti parte in pole, è largo alla prima curva e perde un paio di posizioni. Al termine del primo giro è quarto, dietro il ceco Bocek, il bulgaro Tonchev e il francese Blot. Gozzini recupera dalla quindicesima piazza e chiude undicesimo il primo giro.


 


Ore 14.10


Manca pochissimo alla seconda manche (S2+Open). Bartolini, in accordo con i piloti, fa un cambiamento in griglia: in pole Attilio Pignotti e dietro, in qundicesima posizione, Davide Gozzini, che, se non avesse avuto noie al cambio, avrebbe chiuso secondo la scorsa manche, essendo uno specialista delle rimonte impossibili.


 


Ore 13.20


E’ finita la prima manche (S1+S2). Gli italiani sono stati bravi: Lazzarini chiude primo con 6’’ sul bulgaro Georgiev e 8’’ sull’inglese Winstanleye. Gozzini, partito quindicesimo, invece, conclude settimo, dopo essere stato quasi secondo, a causa di un problema al cambio al decimo giro. Per lui, comunque, la soddisfazione di aver realizzato il giro veloce: 1’24’’.003. Con questi risultati la classifica provvisoria per Nazioni, senza considerare alcuno scarto, vede l’Italia prima con 8 punti, la Bulgaria seconda sempre a 8 e la Francia terza a 9.


 


Ore 13.10


A metà gara, completato il settimo dei tredici giri previsti, Lazzarini mantiene con tranquillità la prima piazza, amministrando un vantaggio di oltre 4’’ sul bulgaro Georgiev. Gozzini è impressionante: è già al quarto posto, con un distacco da Ivan di 9’’. La terza piazza dista 3’’. Gli azzurri girano costantemente intorno al 1’24’’. Miglior tempo per Lazzarini.


 


Ore 13.03


Lazzarini parte in pole, perde la posizione alla prima curva, ma la riconquista subito dopo e chiude in testa il primo giro. Secondo il bulgaro Georgiev. Dietro Davide Gozzini, partito dalla quindicesima posizione, dopo il primo giro si trova in dodicesima a sei secondi dal compagno di squadra. Davide, ricordiamo, è considerato uno dei migliori nel recuperare partendo dalle retrovie.


 


Ore 12.30


E’ appena finita la cerimonia di presentazione del Supermoto delle Nazioni 2008, le Olimpiadi di questo sport. I nostri portacolori hanno sfilato per primi. Presenti sul posto le principali autorità del luogo e le più alte cariche della Federazione Motociclistica Internazionale. Ultimata questo momento istituzionale la testa di tutti è solo sulle gare. La prima manche partirà tra meno di mezzora, alle 12.50.


 


Ore 10.00


I piloti italiani completano il wam-up, fondamentale per trovare l’assetto giusto per la gara. Bravissimi tutti e tre: girano con tempi da qualifica, addirittura Lazzarini e Gozzini fanno meglio di ieri e scendono sotto il muro dell’1’24. Sesto Pignotti. Il pilota della TM ha, però, dei problemi con il cambio, che i suoi meccanici sostituiscono prontamente. Ricordiamo, comunque, che ognuno ha a disposizione due moto per la gara.

 


In base ai risultati delle qualifiche di ieri l’Italia è in prima posizione. Potrà pertanto schierare un azzurro in pole position in tutte e tre le manche. Dietro di lui, in base alla medesima classifica (che vede la Bulagaria seconda e la Francia terza) si schiererà un pilota di ogni altra nazionale. Essendo le manche incrociate, completato questo primo schieramento, ci sarà il secondo pilota italiano e a seguire tutti gli altri. Per Gozzini nella prima manche, Pignotti nella seconda e Lazzarini nella terza, sarà una gara ad inseguimento, difficile ma allo stesso tempo garanzia di spettacolo. Oggi non è una gara come le altre, si corre in squadra e le strategie e le tattiche saranno fondamentali.


 


In sintesi questo lo schieramento azzurro che il CT Bartolini, in accordo con i piloti, ha deciso per la griglia di partenza:


 


                                                Davanti                                                           Dietro


ore 12.50          S1+S2:             Lazzarini (D.R.C. Supermoto Aprilia Factory)     Gozzini


ore 14.05          S2+Open:         Gozzini   (Team TM Racing Factory)                  Pignotti


ore 16:10          S1+Open:         Pignotti   (Team KTM Italia Miglio)                      Lazzarini


 


Su http://www.magliazzurra.it/ l’andamento delle giornate e gli aggiornamenti in diretta della gara. Su www.federmoto.tv ogni sera i servizi video direttamente da Pleven.


 


Video disponibili (clicca sul titolo per visualizzarlo):



Supermoto delle Nazioni: le interviste prima della gara


Supermoto delle Nazioni: le qualifiche del sabato


Supermoto delle Nazioni: le interviste prima delle prove


Supermoto delle Nazioni: la vigilia a Pleven


 


Su SPORTITALIA in differita a partire dalle ore 14:00 (ora italiana) la prima e seconda manche e in diretta a partire dalle ore 15:00 (ora italiana) la terza e decisiva manche.

Stoffa da Campioni